La storia della community si percorre su due strade parallele.

STRADA 1: La Pagina –

L’idea della Pagina nacque per caso il 25 Febbraio 2014 -Quel giorno per la prima volta scrissi nel mio profilo personale Facebook una frase inerente al montaggio video. Avendo tanti colleghi del settore tra i contatti, subito il post raggiunse molte reazioni. Era una prima citazione stupidissima che descriveva una simile realtà condivisa. Poco dopo chiesi del consenso per la realizzazione della pagina. – Due ore dopo, il progetto prese vita. Invitai amici e parenti a seguirla e pochi giorni dopo iniziarono ad aumentare sempre più le persone interessate. Il mese successivo la pagina contava già un buon numero di seguaci, oltre 400 che continuamente commentavano e interagivano con i miei post. La Pagina la gestisco da solo. L’80% dei posti sono originali, scritti da me mentre – sono in bagno – o durante le pause lavorative. Altri post invece sono sempre originali ma inviati e creati dagli utenti. Senza rendermene conto ho dato vita ad una pagina che, in stile ironico e leggermente sarcastico, parla delle realtà che accomuna tutte le persone facenti parte di questo settore lavorativo; Sono molti i professionisti (web, tv, cinema, dipendenti, freelance, associazioni, videomakers ed amatori appassionati) che seguono costantemente i post condivisi. – Diciamo che il tutto mi occupa di media 2 ore sparse nell’arco di una giornata. Scrivo prima la frase sul cellulare, poi cerco una immagine senza diritti o uno screenshot di un film e applico la frase e il logo ufficiale. Tante le programmo automaticamente giorni prima dell’uscita. Scrivere mi è sempre piaciuto, scrivere anche con demenzialità, quella reale però. Ci sono citazioni o comunque post che raggiungono tante reazioni. E una condivisione tira l’altra e le persone notano l’esistenza della pagina tramite questo. Sono le cosiddette “visite di copertura”, persone che notano un post ma nella maggioranza dei casi non seguono nemmeno la pagina.

STRADA 2: Il Gruppo – Ecco la seconda strada, il Gruppo –

Il 5 novembre 2014 nacque il gruppo con lo scopo di realizzare un concorso per la pagina. In pochissimo tempo si raggiunsero i 300 iscritti. Quest’ultimi hanno richiesto di non cancellare il gruppo alla fine del concorso. Nel giro di un anno gli iscritti erano circa 2.000. Nel frattempo un collega aveva preso spunto dall’idea e creato la pagina “La vita di un operatore video”. Non aveva tempo a sufficienza per gestirla e, essendo un conoscente, mi chiese di unire le due pagine. (Così facendo circa 9.000 operatori video si unirono sotto la stessa causa) *dentro la Pagina. Nel frattempo venne creato un sondaggio dentro il gruppo con domande del tipo: “Volete variare gli argomenti di discussione? “Volete che si parli di qualsiasi tematica inerente al contesto?” La gente rispose positivamente. Da quel giorno si unirono molti operatori video e videomakers, fotografi, grafici e tutti quelli che lavorano nell’ambito creativo. Il brand “La vita di un montatore video” rimase lo stesso e ad oggi la comunità racchiude quasi tutte le mansioni audiovisive e creative; con una media di 250 discussioni nuove al giorno, il tutto gestito dallo Staff composto da una decina di persone che continuerò sempre a ringraziare. All’interno del gruppo vige un regolamento semplice da rispettare e le richieste di iscrizione dei nuovi utenti vengono valutate caso per caso durante i weekend. Sono nate moltissime amicizie, amori, collaborazioni lavorative e tutto questo è bellissimo.

P.S. Nel 2015 è nato anche il profilo Instagram ; i followers possono condividere i propri momenti lavorativi con workstation e timeline, utilizzando l’hashtag #lavitadiunmontatorevideo per ricevere un Repost. E’ stata, ed è la prima comunità di nicchia a parlare della verità sulla vita di un montatore video qualunque. L’evoluzione della community ha portato ad un aumento precipitoso di pagine simili. I creativi hanno iniziato ad avere le proprie menti più libere. Non nascondendosi più dietro certi tabù lavorativi. – Ho cercato di riassumere vari anni in poche righe. Parlarne a voce sarebbero circa 10 ore di racconto surreale. Mi chiamo Fabrizio Oggiano e ho creato per caso qualcosa di bello.


PAGINA:
https://www.facebook.com/lavitadiunmontatorevideo/

GRUPPO CHIUSO:
https://www.facebook.com/groups/lavitadiunmontatorevideo/

INSTAGRAM:
https://www.instagram.com/lavitadiunmontatorevideo/